Google+

venerdì, novembre 12

My Trastevere - Dalla Pop Art alla Trash Art.

Da questa mattina, dieci strani personaggi popolano il quartiere di Trastevere. Corpi fatti di rifiuti, quelli raccolti nelle sere precedenti nel rione romano, e volti noti, quelli di alcuni degli italiani che hanno reso grande il Bel Paese nel Mondo.
E’ il nuovo attack firmato My Trastevere in collaborazione con i giovani architetti e designer dello studio Made-4u. Anche questa volta il claim dell’iniziativa non lascia spazio a fraintendimenti: “Non rifiutiamo la cultura”.
Con questo terzo e ultimo blitz inizia il conto alla rovescia per lo svelamento del progetto My Trastevere, previsto per mercoledì prossimo.
 
Aggiornamento del 15 novembre

Mercoledì 17 Novembre 2010
ore 11.30
Spazio Moody
Vicolo del Bologna, 21 – Roma

Dopo aver incuriosito con eventi virali sul territorio, concerti improvvisati per strada, provocazioni e azioni di sensibilizzazione culturale (come il bendaggio delle statue di Gianicolo e Trastevere e la realizzazione di opere d’arte fatte con la spazzatura), “My Trastevere” si rivela al pubblico.
Nella storica cornice trasteverina, arte, musica e cultura s’incontreranno mescolandosi nell’originale filosofia dello Spazio Moody, la nuova Factory romana che si propone come luogo di aggregazione e divertimento, pronto ad accogliere le più svariate sfumature della creatività.
Per dare il via a questa nuova espressione di “culturalteinment”, My Trastevere presenterà il vernissage di Beppe Madaudo, artista palermitano che darà vita ad un nuovo concetto di arte…

Fonte: Angela Pietronigro
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...